7 accordi in posizioni inusuali, facili da suonare ma di gran effetto

Ciao a tutti ragazzi! La nostra quarantena, come quella di tanti altri, procede imperterrita!

L’invito che ci teniamo a farvi, come tutte le volte, è sempre il solito: restiamo a casa, per preservare la salute nostra e, soprattutto, delle persone più fragili e maggiormente esposte!

Anche oggi noi di impararelachitarra.com vogliamo andare avanti con l’esperimento che abbiamo cominciato già un po’ di settimane fa, ovvero una serie di articoli dal titolo “La chitarra in quarantena”, in cui vogliamo aiutare tutti voi a non pensare troppo a tutto quello che sta succedendo e, allo stesso tempo, a distrarvi attraverso la nostra più grande passione, ovvero la chitarra!

Come sanno bene tutti quelli che suonano la chitarra acustica, gli accordi sono un aspetto predominante: in pratica, sono il centro attorno cui ruota tutto il resto, quelli che compongono una parte fondamentale della musica, ovvero l’armonia.

Spesso, nelle canzoni che ci piace ascoltare o suonare, le posizioni che troviamo sono alquanto ripetitive: con un po’ di esperienza, scoprirete che moltissimi accordi in realtà sono sempre gli stessi e probabilmente arriverete a conoscerli quasi tutti in un tempo non troppo lungo.

Ma se invece vi proponessimo alcune posizioni già conosciute ma suonate in modo diverso e ancora più semplice, da trovare nelle canzoni più “classiche”? Quanti di voi sarebbero in grado di suonarle immediatamente?

Ecco quindi quello che vogliamo fare oggi: vi proporremo 7 posizioni chitarristiche inusuali ma facilissime, da studiare, per aumentare il vostro bagaglio tecnico sulla chitarra!

Ci siete? Cominciamo!

1. SOL MAGGIORE AL QUINTO TASTO

La prima posizione inusuale di cui vogliamo parlarvi oggi è quella del Sol Maggiore al quinto tasto. Il Sol è un accordo tradizionalmente piuttosto facile, che tutti noi siamo abituati a vedere solitamente eseguito in terza posizione, con l’indice sulla quinta corda, il medio sulla sesta, e l’indice e l’anulare invece sulle prime due corde.

Il Sol di cui parliamo oggi invece è leggermente diverso ed è davvero perfetto qualora voi amiate particolarmente le sonorità chitarristiche più acute, magari utilizzando anche la tecnica dell’arpeggio!

Con il dito indice, fate un barrè al quinto tasto che copra solamente le prime quattro corde, poi mettete l’anulare sulla prima corda al settimo tasto, il medio sulla terza sempre al settimo e il mignolo all’ottavo sulla seconda.

In questo modo, suonerete le note Sol, Re, Sol, Si, esattamente quelle che compongono l’accordo di Sol Maggiore, da eseguire suonando solamente le prime quattro corde!

Un modo alternativo per questo accordo famosissimo che vi tornerà indubbiamente utile!

2. RE MAGGIORE AL SETTIMO TASTO

Anche il Re Maggiore fa parte di quella serie di accordi definibili “tradizionali” e si esegue, solitamente, in seconda posizione, nel classico modo che prevede medio e indice sul secondo tasto e anulare sul terzo.

Anche in questo caso, siamo in presenza di una posizione “alternativa” che si trova nella parte alta del manico ed è quindi adatta per chi ama l’arpeggio e per chi si trova particolarmente a proprio agio con le sonorità acute.

Eseguite un barrè al settimo tasto, con il dito che indice che copra soltanto le prime tre corde. Allungate poi il mignolo fino al decimo tasto e posizionatelo sulla prima corda, mentre mettete l’anulare sempre sul decimo tasto, ma sulla seconda corda: vi troverete quindi a suonare il Re corda a vuoto, il Re sulla terza corda, il La sulla seconda e nuovamente il Re sulla prima!

Anche in questa situazione, sono esattamente le note che compongono l’accordo di Re Maggiore, che andrà suonato in questo caso partendo dalla nota di Re corda a vuoto!

3. RE MINORE AL QUINTO TASTO

Il Re Minore al quinto tasto è un altro modo di eseguire questo accordo comunissimo, che solitamente viene suonato in prima posizione, con il dito indice sul primo tasto, il medio sul secondo e l’anulare sul terzo.

Anche la posizione alternativa è davvero molto semplice e prevede l’utilizzo solamente di tre dita. In quinta posizione, collocate il dito indice sulla prima corda, il dito medio sulla seconda al sesto tasto e l’anultare sulla terza al settimo.

Ritroverete anche qui le note che compongono l’accordo di Re Minore: Re corda a vuoto, Re sulla terza corda, Fa sulla seconda e La sulla prima!

Va suonato sempre toccando solamente le prime quattro corde e, anche questa volta, si tratta di una posizione particolarmente adatta a chi ama la tecnica dell’arpeggio.

4. MI MINORE 7\9

Questo è davvero un accordo meraviglioso, uno dei nostri preferiti in assoluto!

Sappiamo bene che l’accordo di Mi Minore è composto dalle note Mi – Sol – Si, nella sua forma classica. In questo caso però si aggiungono anche la settima e la nona, ovvero la settima nota della scala di riferimento, ovvero il Re, e la nona, quindi il Fa#.

Come andare ad eseguirlo però sulla tastiera della chitarra? Si tratta in realtà di una posizione piuttosto semplice, niente di particolarmente complicato, anzi: vi serviranno solamente due dita!

Collocate l’anulare sulla quarta corda al quarto tasto, mentre il dito medio sulla seconda corda al terzo tasto et voilà, il gioco è presto fatto: facendo attenzione a non suonare la corda a vuoto di La, vi troverete con il Mi Basso a vuoto, il Fa#, il Sol, il Re e ancora il Mi, questa volta alto!

Proprio per la sua semplicità, potete variare a vostro piacimento le dita da utilizzare, anche a seconda di quello che vi risulta più comodo in quel determinato momento del brano che state suonando: si può tranquillamente sostituire il dito medio con l’indice e l’anulare con il medio!

5. DO 4\7\9

Anche questo è un accordo molto particolare e dal sound fantastico!

Un Do7 che non è semplicemente formato dalle note Do – Mi – Sol – Sib, come l’accordo tradizionale, ma presenta ben due aggiunte, ovvero la quarta nota della scala, e la nona, ovvero il Fa e il Re.

Come fare per eseguire questo apparentemente complicatissimo accordo? Vi basta un dito. Sì, avete proprio capito bene.

Fate un barrè che copra le prime cinque corde e collocatelo al terzo tasto. Basta, abbiamo già finito. Non ci credete?

Ecco le note che vi ritroverete a suonare: un Do sulla quinta corda, un Fa sulla quarta, un Sib sulla terza, un Re sulla seconda e un Sol sulla prima, esattamente quelle di cui avevamo bisogno.

Quando suonate una canzone che vi richiede il Do7, provate invece ad utilizzare questa posizione… Siamo sicuri ne resterete entusiasti!

6. LA7+ AL QUINTO TASTO

Il La7+ è un accordo utilizzato davvero spesso in moltissime canzoni, in assoluto uno dei più comuni: è formato dalle note che compongono l’accordo di La Maggiore, ovvero La- Do# – Mi più la settima maggiore, quindi il Sol# e solitamente si suona in prima posizione, con il dito indice al primo tasto sulla terza corda, il medio al secondo tasto sulla quarta e l’anulare sempre al secondo tasto sulla seconda corda.

La posizione alternativa di cui vi vogliamo parlare è, probabilmente, molto più elementare: in poche parole, si tratta semplicemente di sposatare un accordo di La Minore dal primo tasto al quinto. Volete provare?

Mettete il dito indice al quinto tasto sulla seconda corda, il medio al sesto tasto sulla quarta corda e l’anulare sempre al sesto tasto ma sulla terza corda. Anche in questo caso, l’accordo va suonato partendo solamente dalla quinta corda.

Avremo così le note di La (corda a vuoto), Sol# sulla quarta corda, Do# sulla terza, Mi sia sulla seconda che sulla prima!

Un accordo semplice, ma assolutamente d’effetto, da poter utilizzare in questa versione alternativa ogni volta che ce ne sarà l’occasione!

7. DO 7 CON SETTIMA AL BASSO

Il Do7 è un accordo utilizzato davvero molto spesso: lo si ritrova infatti in un sacco di canzoni e in un sacco di spartiti, eseguito molte volte nella classica posizione di Do, con l’aggiunta del mignolo sulla terza corda per suonare il Si Bemolle.

Le note anche in questo caso rimangono esattamente le stesse, ma sentirete che effetto pazzesco che fa.

Mettete il dito indice sulla quinta corda la primo tasto, l’anulare sulla quarta corda al secondo e il medio sulla seconda corda al primo tasto: le note che suonerete in questo caso saranno esattamente quelle del Do7!

Abbiamo infatti il Si Bemolle sulla quinta corda, il Mi sulla quarta, il Sol corda a vuoto sulla terza, il Do sulla seconda e Mi corda libera come prima.

Particolamente consigliato soprattutto quando viene eseguita la progressione Si Bemolle – Do7 – La Minore… Veramente magico!

C’è qualche altro accordo suonato in qualche posizione particolare che secondo voi è davvero molto facile da eseguire? Scrivetecelo nei commenti qui sotto!

Tornate a trovarci presto su impararelachitarra.com per tanti contenuti sulla nostra più grande passione: la chitarra!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

top