Scegliere “la tua prima” chitarra elettrica

Ciao a tutti, amici chitarristi, ma anche… amici genitori!

Sì, esatto, lo sappiamo che tra i lettori che sono finiti, per caso e non, a leggere questo articolo non ci sono solamente appassionati musicisti, ma anche chi, con qualche figlio piccolo alle prese con le prime lezioni di musica, deve compiere un passo piuttosto delicato.

Di cosa stiamo parlando?

Dell’acquisto della prima chitarra elettrica, ovviamente!

Se avete una buona memoria (aiutateci, perché a noi proprio manca!!), vi ricorderete che qui su impararelachitarra.com avevamo già parlato di di come scegliere la prima chitarra per un bambino che si appresta a cominciare il proprio percorso chitarristico.

Tuttavia, quello di cui vogliamo trattare oggi si differenzia notevolmente dall’argomento precedente: intanto non ci rivolgiamo più solamente ai genitori, ma anche a tutti quelli che, seppur cresciutelli, hanno deciso di cominciare a suonare e si trovano davanti a questa prima, importantissima scelta.

Secondariamente, mentre nel vecchio articolo facevamo riferimento a chitarre classiche ed acustiche, in questo caso ci dedicheremo totalmente al tema chitarra elettrica: quali sono i fattori da tenere in considerazione nel caso di un primo acquisto di questo genere?

Ci sono marche più indicate di altre? E, se sì, quali?

Leggete qui e scoprirete tutto, ma proprio tutto, quello che c’è da sapere su come scegliere la prima chitarra elettrica!

L’IMPORTO DELLA SPESA

Il primo punto su cui vogliamo concentrarci nel caso dell’acquisto di una prima chitarra elettrica è quello della fascia di prezzo. Non sappiamo quali siano le vostre disponibilità economiche e, se ve lo potete permettere, una chitarra molto costosa rappresenta sicuramente un bell’acquisto, ma probabilmente più adatto a chi ha raggiunto un certo livello e una certa sicurezza tecnica sullo strumento.

Dato che si presuppone siate alle prime armi, ci sentiamo caldamente di consigliarvi di non spendere una cifra troppo elevata e questo per una serie di ragioni.

Innanzitutto, il fatto che essere solo all’inizio non vi consentirebbe di apprezzare a pieno tutte le sfumature tecniche, di timbrica e di suono che una chitarra molto costosa possiede e quindi si rischierebbe un salto nel vuoto abbastanza inutile.

C’è poi il discorso di una determinata abilità tecnica ancora da raggiungere: una chitarra elettrica di alta qualità avrebbe una miriade di potenzialità che, per ovvie ragioni, rimarebbero inespresse.

In terzo luogo, chi vi dà la garanzia che la vostra passione riuscirà a durare nel tempo?

Forse la vostra è una folgorazione che vi accompagnerà per tutta la vita, ma se dovesse essere una breve infatuazione passeggera e la vostra costosissima chitarra si ritrovasse a prendere la polvere in soffitta?

Certo, si potrebbe rivendere, ma non esiste garanzia e il rischio di avere una perdita economica rimane comunque molto alto.

Ecco perché, per la vostra prima chitarra elettrica, una spesa che si aggiri intorno a 200-300€ può essere ritenuta più che sufficiente!

LA TUA MUSICA E I TUOI CHITARRISTI DI RIFERIMENTO

Che musica ascolti? Metal, rock, hard rock, pop? Chi sono i tuoi chitarristi di riferimento?

Sei più uno da David Gilmour o da Eric Clapton? O forse nessuno dei due?

Queste sono solo alcune delle domande che dovete assolutamente farvi prima di entrare in un negozio di musica e scegliere la vostra prima chitarra elettrica.

Già, perché ogni genere musicale si sposa maggiormente con una determinata tipologia di chitarra, così come se vi piace un certo tipo di suono sarete più facilitati ad ottenerlo acquistandone una rispetto ad un’altra.

Per farvi aiutare in questo, potete sicuramente fare un po’ di ricerche sul web, che è sempre una grandissima fucina di informazioni e, magari, farvi aiutare da un insegnante o dal commesso del negozio di musica in cui avete deciso di fare l’acquisto.

Provate a spiegargli dettagliatamente qual è il chitarrista a cui vi ispirate e quale genere musicale siete intenzionati a suonare: basteranno queste due indicazioni molto semplici, per farvi orientare verso una perfetta chitarra entry level.

EVITARE DI COMPRARE ONLINE

Il terzo consiglio che ci sentiamo di darvi è quello di non effettuare, per nessuna ragione, il vostro acquisto online.

Lo sappiamo bene, oggi internet offre davvero tantissime possibilità, per molte spese basta un piccolissimo clic e tutti, noi compresi, siamo spesso tentati da queste comode e facili opportunità.

Tuttavia, con uno strumento musicale il discorso è completamente diverso, cambia radicalmente.

Lo strumento deve essere qualcosa che vi appartiene, che sentite profondamente vostro, come può essere una macchina, una moto: un po’ come in un primo appuntamento, appena prendete in braccio la vostra chitarra, deve scattare qualcosa, una molla, una speciale alchimia che vi fa dire “E’ esattamente quella che voglio.”.

La scelta finale è data da un insieme di sensazioni estetiche, ma soprattutto sensoriali, che facciano in modo di farvi percepire un immediato feeling.

Viene davvero facile capire, quindi, come diventi quasi impossibile che tutto questo possa verificarsi attraverso lo schermo di un tablet o di un pc, semplicemente digitando il numero di una carta di credito.

Quindi non ci sono davvero scuse: per acquistare la vostra prima chitarra elettrica dovrete alzarvi dalla sedia, uscire di casa ed entrare in un vero negozio di musica!

BUTTARSI EVENTUALMENTE SU CHITARRE USATE

Non è scritto assolutamente da nessuna parte che una chitarra debba essere per forza nuova: ce ne sono di ancora estremamente valide anche tra quelle usate!

Certo, rispetto al nuovo, che si presuppone sia in perfette condizioni, in caso di usato vi conviene prestare particolare attenzione ad alcuni aspetti tecnici da non sottovalutare, per esempio lo scarso rendimento di alcune componenti elettroniche, una regolazione errata del manico, l’usura dei tasti…

Un check up completo è comunque qualcosa che andrebbe, in ogni caso, fatto: se la chitarra è stata suonata molto, c’è il rischio che diverse parti possano essere danneggiate e quindi vi consigliamo di fare un calcolo sulla spesa, qualora vi convenga o meno effettuare l’acquisto, in base ovviamente ai costi complessivi della “ristrutturazione” dello strumento.

La cosa migliore sarebbe quella di farsi fare un preventivo da un liutaio, per sapere quale sarebbe il costo effettivo per sistemare tutto ciò che nel corso del tempo si è inevitabilmente deteriorato.

In ogni caso, comunque, l’acquisto di un usato ci sentiamo di consigliarvelo solo nel caso in cui si tratti di una chitarra di valore fortemente scontata: in caso contrario, meglio buttarsi su qualcosa di minor pregio ma di totalmente nuovo.

CHIEDERE IL PARERE DI UN ESPERTO

Altro passaggio di fondamentale importanza, quello di chiedere un parere a qualche esperto di vostra conoscenza: può andare bene davvero chiunque, un amico, un familiare, un insegnante, basta che sia qualcuno di molto ferrato in materia e di cui vi fidate fortemente.

Una persona che se ne intende, vi aiuterà a fare maggiore chiarezza su tutti i dubbi che inevitabilmente vi si verranno a creare in testa: è qualcuno che ci è già passato, che tempo indietro si è già trovato nella stessa vostra situazione e che quindi saprà, con cognizione di causa, dirvi cosa davvero potrebbe fare al caso vostro.

Magari, come abbiamo già visto in precedenza, provate a spiegare anche a questa persona quali siano le vostre esigenze e le vostre aspettative: che tipo di musica vorreste suonare, il suono di quale grande chitarrista vorreste a tutti i costi emulare…

Se si tratta di un vero esperto, sarà senz’altro uno degli elementi che saprà condurvi lungo il tragitto che vi porterà a fare un acquisto del tutto soddisfacente.

CONTROLLARE SEMPRE LE COMPONENTI ELETTRONICHE

Bé, dato che stiamo parlando di chitarra elettrica, va da sé che prima di effettuare definitivamente l’acquisto, vi conviene controllare attentamente che le componenti elettroniche dello strumento siano effettivamente funzionanti: ci riferiamo, per esempio al selettore pick-up: controllate attentamente che non faccia rumori particolari quando viene spostato.

Altri elementi da controllare sono i cursori del volume, dei toni e l’input del jack: controllate attentamente che tutto fili lascio quando regolate gli alti, i medi e i bassi della vostra chitarra, che i volumi siano ben livellati e che il jack, quando viene inserito, non faccia “contatto”.

Se questo avvenisse, per controllare che non sia un problema del jack stesso, provatene uno diverso: qualora il disturbo persistesse, si potrebbe trattare effettivamente di un difetto della chitarra.

Anche assincerarsi di queste piccole cose, dunque, può essere molto importante per evitare di fare un acquisto che rischierebbe di rivelarsi sbagliato.

ASSECONDARE I PROPRI GUSTI ESTETICI

Come ultimo aspetto, lasciatevi guidare anche da un po’ di sensazioni estetiche!

E’ chiaro, nel caso di una chitarra sono ben altre le cose che davvero contano, ma, come si dice, anche l’occhio vuole la sua parte: acquistare una chitarra molto funzionale che però non vi convince dal punto di vista estetico, rischia di non farvi trovare al 100% quel feeling che invece, come abbiamo già detto, è assolutamente indispensabile per un musicista.

Dovrete essere abili quindi a trovare un buon compromesso: una chitarra che possa essere dotata di tutte le funzionalità che cercate, che abbia un prezzo accettabile e che vi piaccia anche semplicemente guardare!

BUONE MARCHE ENTRY LEVEL

Per concludere, vogliamo fornirvi alcune marche di chitarra elettrica che secondo noi sono ottime per avvicinarsi al mondo elettrico: sicuramente, hanno in comune dei prezzi estremamente accessibili e rappresentano, a nostro avviso, un ottimo punto di partenza per la vostra avventura nel mondo della chitarra elettrica!

IBANEZ GRG 140

IBANEZ GART 60

EKO AIRE LITE SUNBURST

SOUNDSATION SBR202 – BK

EKO S300

Eccoci giunti alla fine: a questo punto, dovreste essere in grado di comprare la vostra prima chitarra elettrica senza nessun problema ed essere sicuri di fare la scelta giusta!

Volete darci qualche consiglio in più? Avete già comprato la vostra prima chitarra e vi va di raccontarci la vostra esperienza?

Scriveteci nei commenti qui sotto!!

A presto

Lascia un commento

Your email address will not be published.

top