6 passi per riuscire a suonare velocemente il tuo primo accordo

Hai comprato la tua prima chitarra, hai dato qualche rapida occhiata a noiosissime lezioni teoriche e hai stampato da internet lo spartito della tua canzone preferita, sul quale leggi delle strane sigle che non avevi mai visto: quelle sigle, altro non sono che degli accordi.

Bene e’ finalmente arrivato il momento di suonare il tuo primo accordo!

A volte gli accordi spaventano un po’, ma non devi preoccuparti affatto: si tratta semplicemente di note che, suonate contemporaneamente, creano un’armonia.

Ce ne possono essere di tantissimi tipi diversi e sono quelli che normalmente trovi scritti sopra i testi delle canzoni. Se è un po’ di tempo che vorresti suonare il tuo primo accordo, ma non hai proprio idea di come si faccia, sei nella pagina giusta!

Ecco qui una guida per impararlo in appena 6 semplici passi!

Prendiamo in considerazione l’accordo di Do Maggiore. L’accordo di Do Maggiore è composto dalle note Do-Mi-Sol, che sono quelle che dovrai suonare con la mano sinistra sulla tastiera della tua chitarra.

Cominciamo!

1. CONOSCI LE CORDE DELLA CHITARRA

Se vuoi imparare a suonare ad occhi chiusi gli accordi, la prima fondamentale cosa da sapere sono i nomi delle corde. Conoscendo questi, infatti, potrai orientarti meglio sulla tastiera e ti sarà di grandissimo aiuto nell’imparare i prossimi accordi.

Le corde della chitarra sono 6 (ma, in alcuni casi possono essere anche 7, 8 o 12), si nominano dal basso verso l’alto e hanno i nomi delle note. Queste sono: MI ALTO o CANTINO, SI, SOL, RE, LA, MI BASSO o GRAVE. Quasi tutti suonano la chitarra da mancini: esiste però anche la categoria dei destrorsi, che utilizzano lo strumento al contrario. In questo caso, il Mi Basso diventerà la prima corda e le altre saranno di conseguenza.

Se le trovi nominate diversamente da queste, nessuna paura: spesso viene infatti utilizzata anche la nomenclatura anglosassone, per cui troverai E (MI), B (SI), G (SOL), D (RE), A (LA), E (MI) e così anche per gli accordi.

Passiamo quindi allo step successivo per suonare il tuo primo accordo.

2. TASTI E PROGRESSIONE DELLE NOTE

Ogni volta che posizioni un dito su una corda, in un determinato tasto, suoni una nota.

Prendiamo ad esempio la seconda corda, quella di Si. Suonando la corda a vuoto, produci per l’appunto la nota di Si, ma mettendo un dito sulla corda nel primo tasto suonerai un Do, mettendolo nel secondo tasto suonerai un Do#, mettendolo nel terzo suonerai un Re, nel quarto un Re# e così via.

Allo stesso modo, suonando la quinta corda a vuoto si produce la nota di La, ma posizionando un dito nel primo tasto sulla stessa corda si suonerà un La#, posizionandolo sul secondo tasto si suonerà un Si, sul terzo si suonerà un Do ecc… . Il procedimento vale per tutte le 6 corde.

Questo aspetto è estremamente importante, perché, come ho già detto in precedenza, gli accordi non sono altro che una serie di note suonate contemporaneamente.

3. POSIZIONE DELLE DITA SUL MANICO

Una volta mandate a mente queste nozioni teoriche, sei finalmente pronto per cominciare a far suonare veramente il tuo primo accordo. Per prima cosa, bisogna sapere che l’accordo di Do Maggiore è composto dalle note di Do, Mi e Sol, che saranno pertanto quelle che dovrai suonare per comporre l’accordo. Lasciando vuota la prima corda (Mi) posiziona il dito indice (dito 1) sulla seconda corda (Si) nel primo tasto. Così facendo starai suonando la nota di Do.

Lasciando libera la terza corda (Sol), colloca il dito medio (dito 2) sulla quarta corda (Re), nel secondo tasto: starai così suonando la nota di Mi. Posiziona poi il mignolo (dito 5) sulla quinta corda (La), nel terzo tasto (nota di Do) e l’anulare (dito 4) sulla sesta corda (Mi), sempre al terzo tasto (nota di Sol). Avrai così un accordo formato da Mi, Do, Sol, Mi, Do, Sol.

Non importa che le note si ripetano, o in quale ordine siano, la cosa importante è che siano presenti le tutte le note che compongono l’accordo.

4. PUNTA DELLE DITA

Una volta che sei in posizione di Do Maggiore sulla tastiera della chitarra, devi fare in modo di produrre un suono il più possibile fluido e limpido. Pertanto, assicurati di toccare ognuna delle corde con la punta delle dita, il più possibile vicino all’unghia, così che l’ultima falange del dito formi un piccolo “archetto” o “ponticello”.

ATTENZIONE: assicurati di non toccare rispettivamente con il dito 1 e il dito 2 le corde vuote di Mi e Sol sottostanti.

5. SUONA CORDA PER CORDA

Sei molto vicino a farlo suonare come si deve, tieni duro 😉

Per essere sicuro che il suono prodotto sia quello corretto, suona adesso ogni corda singolarmente, dal basso verso l’alto, cercando di mettere il dito nella posizione più corretta possibile, come spiegato nel punto precedente.

Quando il suono ti soddisfa, passa alla corda successiva, risuonando sempre quella precedente.

6. SUONA ORA!!

Adesso che tutte le corde suonano fluide e pulite, con una o più pennate in su e in giù puoi suonare il tuo accordo di Do Maggiore. Qualora il suono nell’insieme non ti soddisfacesse, torna al punto precedente e ripeti il tutto.

In caso contrario, buon divertimento e alla prossima!!

Ne approfitto per augurarti buone vacanze (nel caso tu sia in ferie) o comunque di passare un bel mese di agosto!

Ci risentiamo a settembre 😉

PS: C’e’ qualche accordo che ti da problemi? Scrivicelo nei commenti magari possiamo darti una mano…

2 comments

  • Gianluca ZOPPA /

    Buongiorno MANUEL,

    complimenti per il tuo sito e grazie dei consigli.
    Sono italiano ma vivo in Cina da oltre vent’anni, desidererei avere informazioni in merito alle lezioni private online.
    Grazie.

  • Andrea /

    Ciao Maurizio,

    grazie per i complimenti 😉

    Sono Andrea e mi occupo dell’assistenza del sito… Noi non facciamo servizio di lezioni private online, ma abbiamo realizzato un video corso dove gli iscritti ovviamente possono avere assistenza diretta dal maestro tramite mail.

    Comnunque già il corso ti renderà autonomo, ma se dovessi avere bisogno di chiarimenti, domande, puoi sempre mandarci una mail e Manuel chiarirà i tuoi dubbi.

    Un saluto dall’Italia!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

top