Sai come si creano gli accordi maggiori? In 3 semplici step

suonare accordi maggiori chitarra

Se hai preso in mano la chitarra da poco e sei alle prime armi, ti sarà capitato tante volte, aprendo un canzoniere e provando a suonare una canzone che ti piace, di trovare accordi che proprio non ha idea di come riportare sulla chitarra, di non riuscire a capire bene magari quelli riportati nelle immagini e quindi, inevitabilmente, di arenarti e di lasciare perdere.

Nulla di più sbagliato!

Quindi in questo articolo, voglio mostrarti come sia possibile, partendo da qualche semplice nozione teorica, creare qualsiasi tipo di accordo sulla chitarra.

In particolare, oggi ci concentreremo come creare accordi maggiori.

Cosa imparerai alla fine di questo articolo?

Alla fine di questa guida, sarai tranquillamente in grado di capire autonomamente come suonare un qualsiasi accordo maggiore che troverai scritto sopra uno spartito o su di un canzoniere

 

Quindi cominciamo…

La prima cosa che devi assolutamente conoscere è come si forma una scala maggiore. La scala maggiore è formata da una sequenza molto semplice:

Tono – Tono – Semitono – Tono – Tono – Tono – Semitono

Ti porto adesso alcuni esempi di scale maggiori vere e proprie:

Do  –  Re  –  Mi  –  Fa  –  Sol  –  La  –  Si  –   Do
(T)      (T)    (ST)     (T)       (T)     (T)    (ST)

Sol  –  La  –  Si  –  Do  –  Re  –  Mi  –  Fa#  –  Sol
(T)      (T)    (ST)    (T)      (T)     (T)     (ST)

Mi  –  Fa#  –  Sol#  –  La  –  Si  –  Do#  –  Re#  –  Mi
(T)        (T)       (ST)    (T)   (T)      (T)       (ST)

Questa successione, si ripete in modo costante, sempre uguale in ogni scala maggiore.

Perché questo preambolo sulle scale maggiori? Entriamo maggiormente nello specifico.

Un accordo è una riproduzione simultanea di minimo tre note. In gergo musicale, si dice che, di solito, un accordo è formato dalla fondamentale, dalla terza e dalla quinta.

Cosa significa questo?

In poche parole, vuol dire che per creare un accordo maggiore dovremo prendere, dalla nostra scala, la fondamentale, quindi la nota che dà il nome al nostro accordo, la terza nota  e la quinta nota.

Nel caso del Do Maggiore, pertanto avremo un accordo formato dalle note di Do, Mi (terza) e Sol (quinta):

DO  –  Re  –  MI  –  Fa  –  SOL  –  La  –  Si  –  DO

Allo stesso modo, un accordo ad esempio di Sol Maggiore, sarà composto dalle note Sol, Si (terza) e Re (quinta):

SOL  –  La  –  SI  –  Do  –  RE  –  Mi  –  Fa#  –  SOL

Adesso che abbiamo spiegato questa semplice nozione teorica, resta da capire in che posizione suonare il nostro accordo sulla tastiera della chitarra.

Per fare questo, basta tenere a mente quali note suonano a vuoto le corde della chitarra e ricordarsi che ogni tasto del manico corrisponde ad un semitono in avanti.

Le corde della chitarra a vuoto sono:

Mi alto      (prima corda)
Si               (seconda corda)
Sol            (terza corda)
Re            (quarta corda)
La             (quinta corda)
Mi basso  (sesta corda)

IMMAGINE CHITARRA CORDE

Posizionando il dito ad esempio nel primo tasto della corda La, suonerò un La#, nel secondo un Si, nel terzo un Do, e via dicendo.

APPROCCIO IN 3 PASSI PER CRAERE L’ACCORDO MAGGIORE

Ipotizziamo adesso di trovare un accordo di Re maggiore, che non sappiamo come suonare. Il processo da seguire sarà quello visto precedentemente.

Lo possiamo riassumere così:

  • PASSO 1: penso alla scala maggiore di Re, seguendo lo schema visto precedentemente. Le note che la compongono sono: Re – Mi – Fa# – Sol – La – Si – Do#
  • PASSO 2: nella scala che abbiamo sopra, cerco le 3 note già viste: fondamentale, terza e quinta. RE – FA# – LA
  • PASSO 3: una volta identificate queste tre note, cerco la posizione più comoda in cui riprodurle sulla tastiera della chitarra.

Nel caso del Re Maggiore, terrò la quarta corda libera, suonando un Re, l’indice lo posizionerò sulla terza corda nel secondo tasto, suonando un La, l’anulare lo metteremo sul terzo tasto della seconda corda, suonando un altro Re ed infine il medio sulla prima corda al secondo tasto, suonando un Fa#.

Avremo quindi il nostro accordo di Re maggiore, composto dalle note Re – La – Re – Fa#.

Accordo re maggiore chitarra

Non è importante il loro ordine, quello che conta davvero è che siano presenti tutte le note che compongono l’accordo, ogni accordo può essere infatti suonato in posizioni diverse, seguendo sempre i 3 passaggi che abbiamo detto sopra!

Adesso non ti resta che sbizzarrirti e divertirti a più non posso a creare accordi…

A presto

2 comments

  • Heyy una mia сollega mi ha sharato ⅼa url di գսesto
    sito e sono passato a vedere se veramente merita. Mi
    piace pareccɦio. Messo trra i preferiti. Stupendo blog
    e tempⅼate eccezionale.

  • Ciao unn mio collega mi ha twittato l’indіrizzo di questo blog e
    sono venutɑ a vedere com’è. Mi piace ampiamente. Aggiunto tra i preferiti.

    Magnifico blog e grafica spettacolɑre!!!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

top