Sweep picking, per suonare un gran numero di note in poco tempo

In questa lezione introdurremo l’interessante tecnica dello sweep picking, punto di forza di famosi artisti come Yngwee Malmsteen, Jhon Petrucci, Frank Gambale e altri.

Lo sweep picking è una particolare tecnica che consiste nel suonare una sequenza di note (un arpeggio) che si trovano su corde diverse con un’unica pennata verso l’altro o verso il basso.

Il movimento della mano che accompagna il plettro deve essere un movimento di polso, e si deve far attenzione a non lasciar suonare più di una nota contemporaneamente: la nota suonata deve essere stoppata non appena il plettro tocca la corda successiva.

All’inizio, proviamo con le corde a vuoto (con la freccia verso il basso sono indicate le pennate verso il basso, con la freccia verso l’alto le pennate verso l’alto)

Oltre a far suonare una nota per volta, si deve far attenzione al cambio di direzione della pennata, in cui risiede la principale difficoltà di questa tecnica: cercate di renderlo il più possibile fluido, il cambio di direzione non deve essere percepito.

Ecco un esercizio di F.Gambale, noioso ma ottimo per sviluppare le basi dello sweep picking.

Usate il metronomo e badate solo al suono, non alla velocità.

Come già detto, lo sweep picking viene generalmente usato su lick basati su accordi. Ecco un esempio basato su La minore.

Una situazione in cui bisogna fare attenzione particolare la troviamo quando lo sweep coinvolge due note prese sullo stesso tasto. Ad esempio:

Nell esempio infatti vediamo come sulla quarta e sulla terza corda le note da suonare si trovino sul 14 tasto.

In questo caso, dobbiamo suonare con un’unica pennata verso il basso il 14° tasto sia della quarta corda che della terza.

Il modo migliore per suonare il passaggio sarebbe di utilizzare due dita diverse per le due corde, ma ciò, suonando a velocità più elevate, potrebbe intralciare l’esecuzione.

Un altro metodo è quello di fare un piccolo barrè sulle corde. Sebbene sia un rimedio da utilizzare, bisogna far attenzione a non lasciar suonare le due note contemporaneamente: quando abbiamo suonato la quarta corda, un istante prima di suonare la terza, dobbiamo alzare il barrè dalla quarta corda o stopparla con il palmo della mano.

Proviamo ora a sviluppare quest’esempio eseguendo anche la discesa per ritornare al La sulla quinta corda. Come sempre, occhio a mantere un’estrema pulizia. Studiatelo a velocità lentissime, poi, man mano, aumentate le tacche del vostro metronomo.

Attenzione al pull off sul mi cantino.

Ad esempio:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

top