Lezione di chitarra: le basi dello slide guitar e utilizzo del bottleneck

suonare slide coin bottleneck

Introduzione alla tecnica dello slide guitar

La tecnica dello slide guitar o anche chiamata bottleneck guitar nasce in america, dove gli schiavi di colore rompevano il collo delle bottiglie per suonare.

Un’altra leggenda invece narra che una sera in un locale, un bluesman stava bevendo e per scherzare con gli amici mise un dito nella bottiglia e non riuscì più a toglierlo. Ad un certo punto la band dovette suonare ed il chitarrista nel panico, ruppe la bottiglia su un tavolo e gli rimase il collo della bottiglia incastrato nel dito. Così andò sul palco e suonò con il bottleneck…

Indipendentemente da come sia nato, questo modo di suonare a me piace veramente moltissimo infatti viene molto utilizzata nel blues, ma è un sound molto particolare che si sente molto nel Country (che deriva dal blues), nella musica Hawayana, e man mano è stato inglobato anche in fraseggi Rock e Pop ecc….

Come usare il bottleneck


Personalmente consiglio di tenere il bottleneck nel dito mignolo, in realtà non vi è un vero e proprio obbligo, ma dal mio punto di vista così abbiamo le altre 3 dita libere e pronte per suonare accordi.

Per suonare una nota sulla tastiera, devo posizionare il bottleneck praticamente sul ferretto che divide i tasti, ad esempio come puoi vedere dalla video lezione se dobbiamo suonare una nota al tasto 9 posizionerò il bottleneck sul ferretto tra il tasto 9 ed il tasto 10 sulla corda corrispondente alla nota che voglio suonare ovviamente.

La pressione dello slide sulla corda deve essere leggera, altrimenti non scivola, ma un po’ di contatto deve comunque esserci ovviamente. Infine poi si scivola tra un tasto e l’altro per ottenere lo slide vero e proprio. Inoltre si possono anche ottenere dei gradevoli effetti di vibrato semplicemente oscillando con il bottleneck.

Con il dito indice sarebbe opportuno stoppare leggermente le corde in modo da non rischiare di far suonare delle corde indesiderate con lo Slide. I rumori indesiderati di fondo sono un grosso problema nello slide.

Il corretto settaggio della chitarra

Generalmente se vuoi fare sul serio con questa tecnica dovresti avere una chitarra settata correttamente per questo specifico utilizzo…

Di base consiglio corde abbastanza spesse (nella acustica almeno 012, nell’elettrica almeno 011), e una Action delle corde piu’ alta rispetto alla media.

Risulterà interessante anche provare diversi DROP di accordatura, come per esempio OPEN G e OPEN D. E’ Importante però imparare a suonare nell’accordatura classica con lo Slide, forse la più difficile, ma quella dei veri Bluesman!

Accompagnamento ed accordi con lo slide

La diteggiatura dell’accordo utilizzato nella video lezione:

Tipologie di bottleneck

Esistono vari tipi di bottleneck, ed ovviamente il materiale con cui e’ realizzato influisce sulla resa finale del sound. Ora se vuoi approfondire questo discorso puoi parlarne con il tuo negoziante di fiducia, sicuramente sarà più esperto di me in fatto di materiali, ma comunque voglio parlarti dei principali tipi di bottleneck in modo che tu possa scegliere con un minimo di conoscenza.

Ecco i principali:

VETRO: probabilmente il primo materiale utilizzato per questo tipo di oggetto, consente di ottenere un tono morbido, dovuto probabilmente alla sua densità. Ovviamente può rompersi facilmente in caso di caduta.

ALLUMINIO: ottone o acciaio sono tra i più comuni che puoi trovare, semrba di galleggiare sulle corde utilizzando un bottleneck di questo materiale! Un po’ piu’ pesante di quelli in vetro e quindi meno maneggevole, offre un sound più importante a livello di volume soprattutto.

CERAMICA O PORCELLANA: leggero e maneggevole offre un suono brillante, e buon sustain.

Riff ROCK/BLUES con la tecnica dello slide guitar

Ecco anche la tab del RIFF suonato nel video:

 

Esercizi con il bottleneck per migliorare con lo slide

Come per le altre tecniche e’ fondfamentale anche qui allenarsi con costanza, quindi inserisci nella tua routine di studio una parte dedicata allo slide ed all’utilizzo del bottleneck.

Per ora se sei alle prime arimi con lo slide limitati a slidare tra i tasti, concentrandoti sulla corretta pressione sulla corda, coprendo successivamente distanze sempre maggiori, utilizzando sempre la pennata verso il basso.

Successivamente poi passare ad accompagnare gli accordi in slide, come ti ho mostrato nella seconda video lezione.

Infine puoi fare pratica su riff, magari partendo da quello che ho suonato nella terza video lezione.

I grandi maestri dello slide guitar

Per cultura e magari per ascoltare questa tecnica dai veri maestri voglio parlarti di 3 chitarristi che sono dei veri e propri mostri nello slide guitar (anche se ce ne sono molti altri, elencarli tutti sarebbe veramente lunga….)

Il primo di cui ti voglio parlare è il grande Elmore James, riferimento per tutti nello slide guitar e uno dei più importanti bluesman di colore.

Un altro grandissimo da cui potrai sicuramente imparare ascoltandolo è Hoowlin’ Wolf… ma come slider “moderno” bluesmaker, consiglio Eric Clapton: splendida la sua versione di Walkin’ Blues di unplugged 1992.

Infine vorrei citare Thai Mahal con la sua versione di Stateboro Blues nella quale si possono davvero trovare ottimi spunti per la Slide Guitar.

Penso di aver dato diversi spunti per inziare ad approcciare questa fantastica tecnica chitarristica, ora non ti rimane che provare e riprovare!

E non dimenticare di farci sapere come và o se hai dubbi o domande scrivi pure qui sotto nei commenti 😉

top