E’ davvero troppo tardi per imparare la chitarra?

Ci sono alcune cose della vita che non hanno età e, per nostra grande fortuna, la questione di imparare a suonare la chitarra non è una di quelle!

Non esistono periodi, momenti o fasi in cui sia meglio farla entrare nella nostra vita, proprio perché è sempre capace di regalarci grandissime emozioni.

Se sei un po’ avanti con gli anni, ti sarà capitato spesso di farvi la fatidica domanda: è troppo tardi per realizzare il mio sogno e cominciare o ricominciare a suonare la chitarra?

Il tempo, le cose da fare e gli impegni della vita quotidiana spesso ci dissuadono, e rimandiamo a data da destinarsi il tuo obbiettivo.

Essendo questo un sito che si dedica alla chitarra, quello di cui vogliamo parlare in questo articolo è proprio l’approccio che una persona matura può avere con le sei corde.

Se non ti siete mai interessati prima al mondo della chitarra, ci sarà sicuramenre un motivo, ma non è questo il punto: voglio tranquillizzarti subito, sei ancora in tempo!!

E’ pieno infatti di persone che si avvicinano alla chitarra in età più avanzata, per curiosità, passione per la musica scoperta solo un po’ più tardi o per semplice desiderio di scoprire qualcosa di nuovo.

La cosa molto importante, a nostro avviso, è porsi da subito obiettivi concreti e realizzabili: sicuramente sarà quasi impossibile che tu riesca a diventare il migliore chitarrista del mondo, ma se cominci ad affrontare questo strumento in modo serio e determinato, ti potrai senz’altro togliere grandissime soddisfazioni.

Il commento relativo al fatto di diventare i migliori chitarristi del mondo è presto spiegato: ci sono talenti che cominciano fin da giovanissimi a suonare la chitarra e passano anni a studiare svariate ore al giorno, crescendo quindi velocemente ed in maniera esponenziale.

Inoltre, il cervello di un bambino o di un ragazzino, apprende sicuramente in modo più veloce rispetto a quello di un adulto, che magari ha bisogno di un po’ più di tempo per iniziare a “carburare”.

Detto questo, ti preparo una lista di risorse che ti possono aiutareper approcciarti alla chitarra in modo giusto:

Non vogliamo essere ipocriti e dire che il talento non conti nulla… Conta eccome!

Però riteniamo che la musica, e nella fattispecie la chitarra, siano un po’ come lo sport e il musicista, in questo senso, si debba trasformare in una specie di atleta, cercando quotidianamente di aggiungere qualcosa al proprio percorso e provando ogni giorno ad alzare l’asticella dei propri obiettivi e delle proprie capacità!

Se il tuo obiettivo è quello di far diventare la musica una presenza divertente e stimolante nella tua vita, magari divertendoti con gli amici o anche per conto tuo, allora devi assolutamente cominciare a suonare, sei ancora in tempo!

Comincia gradualmente, magari partendo da una serie di accordi facili, per passare poi ad una canzone completa, aggiungendo nuovi accordi e, nel frattempo, nuove canzoni, migliorando poi la parte relativa alla ritmica della mano destra!

Sembrano tante cose difficili, però tranquillo: si imparano una alla volta, procedendo per gradi, senza fretta e con un po’ di impegno e di costanza quotidiana.

Se vorrai, noi di impararelachitarra.com ci saremo, mettendo a tua disposizione corsi di chitarra, esercizi mirati, assistenza, ma anche articoli di informazione chitarristica, che cercano di trattare il mondo della chitarra a 360°, per provare a fugare qualsiasi dubbio dovesse venirti lungo il tuo percorso e starti vicino in questa nuova ed esaltante esperienza!

2 comments

  • marco /

    Non sono d’accordo perché c’è anche chi ha iniziato a 19 anni, magari a 60 anni iniziare sicuramente non ti rende famoso ma fino ai 25 anni iniziare si fa ancora in tempo anche se vuoi fare qualcosa. Nella musica non conta solamente la tecnica, va bene studiare e fare cose complesse ma fino a dove si riesce ad arrivare poi conta anche la propria creatività perciò esprimersi seguende le tecniche studiate se no verebbero fuori musiche a casaccio tipo alcune moderne, ma neanche tutto estremamente tencico virtuoso. Anche il troppo virtuosismo stanca, si deve ricercare se stessi e poi se si piace o meno spesso è questione di gusto. Perciò non è che se uno vuole essere chitarristi e fare una band deve per forza essere il numero 1, il virtuoso alla Jimi Hendrix della situazione.

  • marco /

    Più che altro perché la musica non è competizione sportiva. Poi la si può fare ma per tutto c’è anche per la matematica ma è una cosa in più, come lo scopo della scienza è capire la natura, l’arte e la musica in particolare deve esprimere un pensiero ed emozione. Non hanno come cosa primaria vincere una gara come nello sport dove più hai determinate caratteristiche e più fai.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

top